Tag Archives: Clan occulto Punta di selce

(it) MESSICO-VENTIDUESIMO COMUNICATO: INDIVIDUALISTI TENDENTI AL SELVAGGIO- TORREÓN

Traducción al italiano del comunicado 22 de “Clan oculto Filo del pedernal”, grupo de ITS en la ciudad “mexicana” de Torreón Coahuila.

Traducción a cargo de Rapace.

¡Ánimo individualistas en guerra!

¡Que la semilla del eco-extremismo crezca hasta formar un frondoso árbol!


“E che muoia chi spera”
T.

E che muoia chi spera, aspettando solo il momento “perfetto” per attaccare..Nuovamente rompiamo il silenzio e la tranquillità della quale gode la cittadinanza, ci muoviamo e cospiriamo come la minaccia invisibile che siamo, e sì, effettivamente ITS è presente a Torreón.

La civilizzazione continua a camminare e i suoi fedeli lacchè seguono i suoi passi, perfezionandola e perpetuandola, non abbiamo oramai nessuna speranza che l’umanità moderna diventi la rivale della civilizzazione tecno-industriale; poiché questa più accecata che mai, applaude i grandi avanzamenti tecnologici che gli promettono il futuro che ha sempre immaginato o gli hanno fatto immaginare da bambino – sì, le macchine volanti e i robot che servono l’umano – ma al presente c’è un piccolo cambiamento;ora è l’umano che serve le macchine, il suo corpo si sente schiavizzato per questo, la sua mente è già incapace di separarsi dagli apparati tecnologici che gli permettono di stare all’ordine del giorno nelle reti sociali, “l’umano” quell’essere che è il più intelligente per molti, il gran essere superiore a tutte le specie profane è ora lo schiavo della sua propria invenzione. E dentro la sua visione antropocentrica c’è ugualmente la distruzione di altre specie e della Natura stessa, purché l’avanzamento verso il futuro tecnologico si sviluppi.

Nonostante il grande avanzamento tecnologico e il presente artificiale che mira solo a rafforzarsi e perfezionarsi in un futuro prossimo, decidiamo di dichiarare guerra a quello sviluppo umano che tende all’artificialità totale e anela a vivere in un mondo dove il grigio della tecno-industria uccida ogni traccia di Natura Selvaggia come sta facendo. Noi abbiamo deciso di respingere questa vita che la civilizzazione ha già preparato, quanto come un altro umano nato nella forma dei valori che la civilizzazione tecno-industriale cataloga come “buoni”,concetti del bene e male che sono respinti da noi, che non li rispettiamo né nell’idea né nella pratica della morale. È per questo motivo che vedendo che l’umano si sforza di uccidere la natura e perpetuare l’artificiale, non sentiamo rimorso attaccandolo, perché questa guerra non è per la specie umana, né cerchiamo una ristrutturazione delle relazioni sociali, né vogliamo umani amanti della natura. Questa guerra è contro l’umano ed i suoi multipli concetti, rappresentazioni ed istituzioni, cioè è contro la civilizzazione nella sua TOTALITÀ.

La civilizzazione tecno-industriale si è incaricata attraverso multipli strumenti di annullare ogni capacità critica nella testa degli iper-civilizzati. È tanto “comune” per essi svegliarsi, andare fino al lavoro o a scuola, lavorare, tornare a casa, dormire e così, ogni giorno senza domandarsi assolutamente niente, senza discutere in che cosa si è convertito l’umano moderno. Chissà se essi si sentono vivi e pieni di allegria. Noi non vediamo altro che automi, fermi solo nell’attesa in quale e seguente strada la civilizzazione afferma la sua imposizione, per seguirla senza criticarla o opporsi a essa.

E si rendono conto molto meno che la perpetuazione della civilizzazione che impone il suo “percorso”  attraverso differenti mezzi, sta distruggendo la Terra e tutto quello che abita in lei. Ma a questi iper-civilizzati che cosa importa, basta avere la birra e la loro realtà virtuale, che cosa importa loro la devastazione di boschi e selve, se essi salgono sulle auto e ammirano infinità di cellulari, ad essi non importa niente di questo, e così; perché a noi dovrebbe importarci delle loro patetiche vite?

Come hanno detto bene i nostri fratelli di sangue del “Gruppuscolo Indiscriminato” e il “Gruppo Occulto Furia di Lince” che fanno parte delle ITS nel diciottesimo comunicato:

“Da quando l’essere umano è diventato sedentario, si è condannato all’estinzione. Questo mondo non ha bisogno di più persone, non necessita che gli esseri umani continuino a vivere in lui, per vedere un mondo più bello si ha bisogno dell’estinzione dell’essere umano, benché sappiamo che questo è ancora lontano, e benché ci sia la possibilità che succeda, sappiamo che noi NON “finiremo” con la massa umana, ma finché calpestiamo questa Terra, tenteremo di assassinare la maggior parte della massa umana, ed è per questo motivo che attentiamo in zone molto popolate”. (a)

Il mondo non “richiede” persone, né nessuna attività responsabile con l’ecosistema sarà la salvazione di questo, l’umano NON è salvatore della Terra, è il SUO distruttore. L’umano moderno è tanto ostinato nel suo anelare a essere Dio che si avvale di tutti i mezzi possibili per riuscirci, le scienze innovatrici pongono l’umano moderno più vicino a essere quel “Dio”, nel quale desiderano tanto convertirsi o che già si sentono.  Per questo si avvalgono della nanotecnologia e la biotecnologia, le nuove scienze appaiono con la loro bandiera dell’umanesimo promettendo di “salvare” gli umani dalle malattie croniche e raggiungere un miglioramento nella qualità della vita per mezzo di queste innovazioni tecnologiche, ma: l’umano moderno è già cosi programmato che neanche cerca di dibattere con la scienza. Quest’ultima non è per niente innocente, esiste un interesse in essa. E vedendo quello che stiamo vivendo possiamo riflettere che la vita “più comoda” che promette la scienza è in realtà l’artificialità di tutto l’esistente.  La comunicazione in questa società moderna è diventata “più facile” con l’apparizione delle reti sociali, ma qual è stato il risultato in tutto questo? Un’infinità d’iper- civilizzati che non fanno più di due passi senza guardare lo schermo del cellulare.

Pertanto in cambio di una “comodità” arriva un’attività che tende all’artificiale. Noi domandiamo: quanto sarà vera la comunicazione con un’altra persona dentro le reti sociali? Per caso quella “comodità” che offrono i telefoni intelligenti non  rende assuefatti? In cambio di una “comodità” appare una dipendenza all’oggetto che offre detta “comodità.”

Come abbiamo scritto in precedenza, la civilizzazione ha già preparato la vita che l’umano moderno condurrà. Tutte le strutture dentro la civilizzazione lavorano verso il fatto che l’umano sia completamente docile e ubbidiente. Una delle strutture più importanti almeno in Messico, affinché questa civilizzazione segua il suo corso, è: la chiesa, poiché questa contribuisce alla civilizzazione come uno strumento di sottomissione attraverso la morale e la paura di Dio.

Per più di cinquecento anni hanno detto cosa è il bene e cosa è il male, per più di cinquecento anni hanno calpestato le divinità degli antichi nativi, e istallato nella credenza popolare il loro Dio occidentale. A noi non spaventa il loro Dio occidentale, cerchiamo di mantenere vive le credenze degli antichi nativi, credenze che non sono capite dalle menti occidentalizzate degli umani moderni. Come l’hanno fatto i nostri antichi, c’infiltriamo dentro le chiese e lasciamo loro qualcosa che li aiuterà a ricordare che ridiamo del loro Dio.

I giorni del 20 e 30 di dicembre del 2016 abbiamo abbandonato due ordigni incendiari in una Chiesa ubicata al centro di Torreón uno con una miccia artigianale e l’altro doveva essere attivato con un sistema di orologeria. Non sappiamo realmente quello che è successo, la cosa più probabile è che siano falliti. Entrambi gli ordigni sono stati occultati dalla stampa e le autorità.

*

Disprezziamo il discorso “intraprendente” che adottano molti umani moderni con il fine di ottenere i loro più banali desideri, che promuove la civilizzazione, tali come: ottenere una buona auto, una buona casa, portare in maniera ridicola un ‘orologio gigante e costoso, e senza dimenticare anche: ottenere il successo economico.

In quest’occasione abbiamo deciso di attaccare un’impresa poco conosciuta in Messico, anche se notiamo che sta crescendo sempre di più, si tratta dell’impresa Sanki, un’impresa che promuove il “consumo” e il perfezionamento della nanotecnologia e biotecnologia, attraverso i suoi prodotti “miracolosi”, i quali porteranno l’iper-civilizzato a migliorare la sua “qualità di vita”.  Apparentemente i leader di questa impresa non sono che nauseabondi con il loro discorso intraprendente, che trattano, che lascia vedere che l’unica cosa importante per essi è generare sempre più guadagni a costo dell’incredulità e idiozia di altri. Per soggetti come Fabián Meléndez, Jaime Ortega, Gerardo del Castello e María Cassasa, che cosa importa il danno che causa e causerà il progresso nanotecnologico alla Natura Selvaggia?  È più che chiaro che non gli importa. Che rispetto possiamo avere per la vita di qualcuno che dichiara di amare un tablet iPad?  Sì, a voi ci riferiamo Castello e Cassasa. Che badino i membri di Sanki, che non sia che gli eco-estremisti hanno già assistito a distinti “Summit” organizzati da essi, e loro non se ne sono accorti.

-Il 1 di Febbraio del 2017 si mobilizzano distinti corpi di polizia a Torreón Coahuila. Il motivo: c’è un allarme per una bomba in un centro commerciale (b). Per mezzo di questo comunicato rivendichiamo la collocazione del pacco-bomba che ha generato la mobilitazione.La stampa mente com’è da abitudine trattandosi di temi che attentano all’ordine quotidiano della società. Il“siglo de Torreón” menziona che si è trattato di una bomba falsa (c). Noi smentiamo totalmente questa versione, il pacchetto che al momento della sua apertura doveva detonare era diretta al leader di Sanki Torreón:Fabián Meléndez. È per questo motivo che l’ordigno fu abbandonato fuori degli uffici di Sanki. Per sfortuna il pacco è stato trovato da qualcuno che ha avvisato le guardie della sicurezza e la cosa più plausibile,è che l’hanno disattivato. Non si è trattato di nessuna bomba falsa, questa era reale. Perché i poliziotti municipali non hanno “sperato” nell’arrivo di SEDENA (Segretariato della Difesa Nazionale Ndt) e hanno preferito andarsene dal posto con il pacco? Chiaramente la versione della bomba falsa è più conveniente in tempi, dove si avvicinano le elezioni. Meléndez meritava che il pacchetto gli esplodesse addosso e che i chiodi ossidati si conficcassero nel suo corpo. Questa volta è andata male, ma che ricordino per quelli che attentano alla Terra a nome del progresso e del successo, che NIENTE è finito.

Continueremo a cospirare e attaccare, l’eco-estremismo si espande, dalle sue urbi,nascosto, fino a dentro le montagne più lontane, sentiamo il ruggire del selvaggio dentro noi, fino alle ultime conseguenze, fino all’uccisione dell’ultimo eco-estremista. Ma abbiate sempre in mente: La Natura Selvaggia si vendicherà!

Per la difesa estrema e indiscriminata della Natura Selvaggia!

Che i pacchi-bomba si moltiplichino!

Per il terrore e la morte degli iper- civilizzati!

Per l’espansione dell’eco-estremismo e del verace nichilismo terrorista!

Complicità e abbracci ai compagni delle ITS-Cile, Jalisco, Città del Messico, Stato del Messico, Brasile e Argentina!

Complicità di sangue con i nichilisti terroristi in italia!

-Individualisti Tendenti al Selvaggio- Torreón

Clan occulto Punta di selce

Torreón, febbraio 2017

Note:

  1. a) https://maldicionecoextremista.espivblogs.net/2016/12/21/mexico-decimo-octavo-comunicado-de-itsgrupusculo-indiscriminado/
  2. b) http://www.milenio.com/policia/policia_torreon-sedena_laguna-proteccion_civil_torreon-explosivos_torreon-milenio_0_895110574.html
  3. c) https://www.elsiglodetorreon.com.mx/noticia/1308287.falsa-bomba-provoca-movilizacion-policial.html

Più video su quello che è successo:

http://laguna.multimedios.com/video/falsa-alarma-la-amenaza-de-bomba/v2278

https://www.youtube.com/watch?v=eW0i70iuXMI

http://www.vanguardia.com.mx/articulo/amenaza-de-bomba-moviliza-corporaciones-de-seguridad-en-torreon

http://laguna.multimedios.com/laguna/falsa-alarma-la-amenaza-de-bomba